La nostra produzione PASSI STRACCIATI ha debuttato a metà strada della 25ma edizione dell’ISAO Festival

La nostra produzione PASSI STRACCIATI ha debuttato a metà strada della 25ma edizione dell’ISAO Festival
1 ottobre 2018 amministrazione

Prima assoluta di PASSI STRACCIATI a metà strada dell’ISAO Festival 25

Dopo la grande inaugurazione alla Mole Antonelliana, la rassegna cinematografica in Cinema Massimo e gli appuntamenti con gli ospiti internazionali è arrivato il momento della prima assoluta di PASSI STRACCIATI, coproduzione nata dalla collaborazione tra Il Mutamento Zona Castalia e Assemblea Teatro.

Lo spettacolo sulle strade della guerra nella ex Jugoslavia è composto di due parti: una scritta e diretta da Renzo Sicco con Angelo Scarafiotti in scena e l’atra scritta da Erri De Luca, diretta da Giordano Vincenzo Amato, con la nostra Eliana Cantone e con le musiche dal vivo di Elisa Fighera.

La Bosnia ed Erzegovina era storicamente uno stato multietnico composto da popolazione musulmana, serba e croata. La fine del fronteggiamento dei due blocchi della Guerra fredda e la dissoluzione della Jugoslavia portò al cruento conflitto nella Bosnia tra il marzo del 1992 e il dicembre del 1995. Con la fine del comunismo si fece strada dagli anni ’80 il rafforzamento del nazionalismo. Mostar, Sarajevo, Srebrenica, città assediate divennero simbolo di una guerra che sconvolse, sfiorandola, l’Europa. Pulizia etnica tornò a essere non solo una citazione ma una pratica sul campo. Più di centomila i morti accertati.

L’assenza della comunità internazionale che avrebbe potuto fermare la guerra rimane una responsabilità che solo in parte è stata compensata dal volontariato di tanti che si sono prodigati a garantire aiuti umanitari. Tra questi lo scrittore Erri De Luca che era in quei tempi un autista di camion per il trasporto di viveri, medicinali e altri beni di prima necessità.

Partendo dal testo inedito di De Luca, “Glazba”, lo spettacolo ci porta sulle strade della guerra di Bosnia e affronta il tema della follia e della diversità. Il racconto è narrato da un autista di camion (Scarafiotti) e dall’indelebile figura di Glazba (Cantone), che nella sua terribile testimonianza di dolcezza da luce a una storia di amore sperimentato in un ospedale psichiatrico dove la pazzia risulta essere più normale della realtà vissuta tutt’attorno…

 

 

Grazie mille a tutti coloro che sono stati presenti con noi alla SPinV Zona Teatro.

Ora siamo pronti per la prossima tappa dell’ISAO Festival 25: vi invitiamo a otto spettacoli selezionati per la 25ma edizione  dell’ISAO Festival, tre di cui vedono in scena attori straordinari: i detenuti del carcere di Saluzzo, ragazzi africani richiedenti asilo, giovani migranti di prima e seconda generazione.