Associazione di Cultura Globale

Eikon – Icona

iconamini

Le vere ragioni delle nostre azioni risiedono nell’invisibile

EIKON – ICONA 2010 è l’evoluzione di una performance del 2006 che ha focalizzato la propria indagine sul momento di passaggio tra il visibile e l’invisibile, tra la realtà tangibile e una maggiormente sottile ed intangibile.

La creazione 2010 è accompagnata dalla proiezione di un video che introduce l’attrice ad una dimensione di sospensione e di illusione, un terreno neutro, una soglia “di passaggio”, che evoca l’idea dell’icona quale catalizzatore di energie superiori, “divine”, o della maya indiana: la realtà come illusione, o del Bardo Thodol tibetano: momento di passaggio tra la vita e la morte, o forse tra la morte e una nuova vita.

Dall’attrice, come da una voce dell’origine, emergono parole che denunciano, in modo inatteso e con crudo realismo, la nostra condizione di esseri passivi. Si riafferma con forza l’idea tradizionale che le vere ragioni delle nostre azioni risiedono nell’invisibile.


drammaturgia e regia
Giordano V. Amato

interpreti
Eliana Amato Cantone