Associazione di Cultura Globale

Programma delle attività 2017!

Programma delle attività 2017!
29 novembre 2016 amministrazione

dsc_1989

ATTIVITÀ ANNO 2017!

Il Mutamento Zona Castalia presenta le attività in programma per quest’anno

Il Mutamento Zona Castalia opera professionalmente nell’ambito del teatro di ricerca e d’innovazione, del teatro ragazzi e giovani, sociale e di comunità; in qualità d’impresa di produzione è sostenuta principalmente da MiBACT, Regione Piemonte e Città di Torino.

L’Associazione nasce nel 1998, ma il nucleo artistico opera professionalmente oltre trent’anni; accanto allo storico fondatore, Giordano V. Amato, si sono inserite nuove figure, tra cui l’attrice Eliana Cantone, attuale presidente, Tiziana Mitrione, vicepresidente e diversi giovani artisti e operatori. Nel lungo percorso sono state realizzate innumerevoli iniziative.

Da settembre 2009 l’Associazione ha sede presso il complesso storico dell’ex cimitero di San Pietro in Vincoli, in via San Pietro in Vincoli 28 (Torino), dove ha messo a norma l’ex Cappella, ricavandone uno spazio di spettacolo con regolare agibilità per 99 persone di cui è intestataria; dall’inizio dell’attività presso San Pietro in Vincoli al 2016 ha realizzato circa 50 eventi l’anno, per un totale di oltre 340 appuntamenti a pagamento.

Il Mutamento Zona Castalia opera con continuità per il sostegno dei giovani che hanno scelto la professionalità, mettendo a disposizione lo spazio per prove di spettacoli e seminari, creando percorsi di tutoraggio, di accompagnamento o di sostegno produttivo.

L’Associazione è determinata a non disperdere il patrimonio di carattere pedagogico, professionale e imprenditoriale acquisito, operando perché sia salvaguardato e opportunamente trasmesso alle nuove generazioni. A questo proposito nasce il Progetto MuMu, che alleghiamo al presente programma, a firma della nostra Associazione con la giovane formazione Mulino Ad Arte, diretto al ricambio generazionale attraverso un percorso pluriennale di tutoraggio e accompagnamento, coerente alle linee guida originali che trovano nel percorso individuale verso la conoscenza di sé e nel dialogo tra le diverse culture il proprio centro di gravità.

Nel corso dell’anno Il Mutamento realizzerà un’intensa attività produttiva e distributiva, con rassegne, eventi e numerosi laboratori. Momento di sintesi sarà la XXIV edizione dell’ISAO FESTIVAL – Alla ricerca della felicità. Tutta l’attività si realizza in un’ottica di sistema e collaborazione con enti e istituzioni di rilievo quali Il Salone Internazionale del Libro di Torino, le Fondazioni Live Piemonte dal Vivo, Teatro Ragazzi e Giovani, Paideia, Torino Spiritualità, Il Circolo dei Lettori.

Da quando l’Associazione ha sede a San Pietro in Vincoli le proposte sono state indirizzate anche al territorio e alla riqualificazione del quartiere di Porta Palazzo e Borgo Dora. In accordo con la Circoscrizione 7, sono state promosse diverse azioni, in ambito sociale e territoriale, attivando una rete di soggetti che hanno visto la partecipazione di diverse migliaia di fruitori con un’importante ricaduta, come nel caso del progetto Il luogo interiore, anche in ambito distributivo. Nel 2015 è nato Summer Kids, progetto di centro estivo teatrale espressamente dedicato ai piccoli, sensibilmente cresciuto nel 2016, che sarà riproposto nei mesi di giugno e luglio 2017. Diverse esperienze di Teatro Sociale e di Comunità hanno inoltre contribuito alla diversificazione delle presenze.

Coerentemente alle linee progettuali espresse negli anni recenti, le iniziative proposte intendono coniugare l’eccellenza artistica con un lavoro capillare svolto sul territorio e con attività indirizzate anche alla sensibilizzazione e al coinvolgimento degli abitanti del territorio, per la formazione di un nuovo pubblico. Le attività prevedono la partecipazione di ospiti di levatura nazionale e internazionale, dirette alla contaminazione delle discipline artistiche e all’incontro fra pubblici differenti, per la creazione di collaborazioni nel territorio regionale, nazionale e internazionale.

DISTRIBUZIONE

Operiamo con reti specifiche dedicate alla distribuzione di una singola produzione, modalità che ci ha permesso di relazionare con soggetti che generalmente non organizzano teatro. L’esperienza è nata con lo spettacolo “Pop Economix” e in seguito con “Pop Economix Live Show”, con esito eccellente: oltre 80 repliche nel 2014 in 14 regioni italiane; circa 90 con 15 regioni toccate nel 2015. Il 2016 ha registrato una fisiologica flessione, in vista del debutto della nuova produzione, a inizio 2017. Continua e s’intensifica la collaborazione con i soggetti che hanno concorso a questa azione, in particolare l’Associazione Pop Economix, Banca Popolare Etica, Teatro Popolare Europeo. Il modello è stato nuovamente proposto, con buoni risultati, con altre produzioni. Operiamo inoltre in modo coordinato con diverse compagnie a livello nazionale, con una rete che cura principalmente l’aspetto distributivo e di circuitazione; a livello locale con “RIZOMI Rete di Teatri indipendenti”, che cura la distribuzione per il “Focus dell’ISAO Festival”.

Nel 2017 s’intensificherà la pluriennale collaborazione con la danzatrice di danza Barathanatyam Antonella Usai, con la distribuzione dello spettacolo di danza indiana Shivoham.

Riprende la collaborazione con Elena Fresch e Matteo Mazzei, acrobati, clowns, artisti di circo contemporaneo, noti anche come “Nani Rossi”. Con loro abbiamo realizzato in passato due produzioni: Teresa (2008) e Invisibile agli occhi (2009). Nel 2017 prenderanno parte alla nuova produzione dell’Associazione A NOI VIVI! Il paradiso; Il Mutamento distribuirà alcune delle loro recenti produzioni in repertorio e produrrà il remake di Sogni in scatola con il titolo appunto di Sogni in scatola remake.

La nuova collaborazione con la Compagnia Mulino Ad Arte prevede la distribuzione delle nuove produzioni e degli spettacoli in repertorio. Mulino Ad Arte, in qualità di compagnia residente, realizzerà a San Pietro in Vincoli la rassegna Live Show in Vincoli, curandone la direzione artistica, curerà inoltre una parte della XXIV edizione dell’ISAO Festival.

 

 

ATTIVITÀ ORGANIZZATIVE E DI OSPITALITÀ

 

ISAO FESTIVAL- alla ricerca della felicità (XXIV edizione)

 

La XXIV edizione dell’ISAO Festival, con la direzione artistica di Giordano V. Amato, si svolgerà nei mesi di settembre e ottobre. Rispetto alle recenti edizioni, il numero di appuntamenti sarà sensibilmente ridotto a Torino a fronte di una maggiore diffusione sul territorio regionale. Per la progettazione, sotto la sigla ISAO opereranno, accanto a Il Mutamento ZC, le associazioni Pop Economix e Mulino Ad Arte.

L’ISAO Festival, oltre che iniziativa d’eccellenza, si configura come “vetrina” delle diverse linee di lavoro de Il Mutamento Zona Castalia e si realizzerà, nel 2017, coerentemente al progetto triennale A NOI VIVI, focalizzando l’attenzione su esperienze artistiche teatrali e multidisciplinari di eccezionale levatura, con particolare riferimento al mondo dell’infanzia e al tema del “Paradiso”. Accanto alle ospitalità di rilievo internazionale, il Festival proporrà debutti, anteprime e le nuove produzioni dell’Associazione.

ISAO Festival si svolge presso il suggestivo complesso storico dell’ex cimitero di San Pietro in Vincoli e in altre sedi prestigiose della Città di Torino, in sinergia con enti di grande rilievo quali: Torino Spiritualità, Fondazione Live Piemonte dal Vivo, Fondazione Paideia, Salone Internazionale del Libro di Torino. Sul territorio regionale, le sedi per ora individuate sono: Ivrea, Pinerolo, Chivasso, Orbassano, Cumiana, San Maurizio d’Opaglio.

Una direzione di lavoro che da sempre impegna Il Mutamento Zona Castalia è il sostegno delle giovani formazioni. Anche nel 2017 sono previsti percorsi di tutoraggio e accompagnamento di compagnie teatrali professionali, di giovani artisti under 35 e di nuove figure emergenti sulla scena piemontese. La scelta di formare e impiegare giovani under 35 comprende anche ambiti e mansioni tecniche a livello amministrativo, organizzativo e tecnico audio-luci.

Prosegue il Progetto ROSAGUERRA1915|1946: L’eroismo al femminile tra le due guerre con il coinvolgimento di diversi comuni, scuole e Istituti storici, a livello locale e nazionale.

In collaborazione e con il sostegno di Fondazione Piemonte Live e ACTI Teatri Indipendenti nasce anche la prima edizione della Rassegna teatrale Scuolascenaperta, selezione di spettacoli con tematica socio-storica dedicata alla fascia dei giovani di età compresa fra i 14 ed i 18 anni.

La programmazione 2017 ospiterà diversi eventi musicali e in particolare la prima edizione, in collaborazione con Arci nazionale, di Jazz Is Dead! (19-20-21 maggio) con la direzione artistica di Alessandro “Gambo” Gambarotto.

 

 

ANNO 2017

 

Progetto Triennale A NOI VIVI! (2015 – 2017)

 

FESTIVAL E RASSEGNE

 

ISAO FESTIVAL – alla ricerca della felicità (XXIV edizione)

 

Progetto ROSAGUERRA1915|1946: L’eroismo al femminile tra le due guerre*

*vedi progetto completo al fondo del file

 

Rassegna Live show in Vincoli (I edizione)

 

Rassegna Scuolascenaperta (I edizione)

 

Rassegna musicale Jazz Is Dead (I edizione)

 

 

NUOVE PRODUZIONI

A NOI VIVI! Paradiso

Mi faccio in t(r)e (titolo provvisorio)

Sogni in scatola Remake

A proposito di Smith (Pop Economix), (titolo provvisorio)

Chaos (Mulino ad Arte)

Uova Toste (Mulino ad Arte)

 

RIPRESE

A NOI VIVI! L’inferno

A NOI VIVI! Purgatorio

Ciò che non muore

Alba dell’orrido di Elva

La favola di un’altra giovinezza

Del mondo che amo

Marta e Olmo

Dasa, il bambino che sognava Buddha

Le Favole del Pañcatantra

Varvara, la Velata

Pop Economix Live Show (Pop Economix)

 Level Up (Mulino ad Arte)

I volti di Hiroshima (Mulino ad Arte)

Mi abbatto e sono felice (Mulino ad Arte)

Les  jumeaux (Mulino ad Arte)

Dropshot (Mulino ad Arte)

Nani Rossi Show (Nani Rossi)

Shivoham (Antonella Usai)

 

LABORATORI

Il PARADISO (I edizione)

Sessioni di laboratorio finalizzati alla creazione dello spettacolo A NOI VIVI! Il Paradiso

 

IL LUOGO INTERIORE (VII edizione)

Percorsi teatrali tra arte e disabilità in collaborazione con Fondazione Paideia

 

CIO’ CHE NON MUORE: IL GIORNO DELLA MEMORIA

Spettacoli, incontri e laboratori per ragazzi e famiglie

 

OMPHALOS: Scuola centro delle Arti e delle Culture (I edizione)

Percorsi teatrali extrascolastici di educazione interculturale contro la dispersione scolastica

 

IL CAMMINO DELL’UOMO: percorsi tra Teatro e Storia

Percorsi teatrali extrascolastici di educazione interculturale contro la dispersione scolastica

 

RETI FINALIZZATE ALLA DISTRIBUZIONE

 

Rete Pop Economix Live Show

 

RIZOMI – Focus dell’ISAO Festival

 

Coordinamento A PELLE

 

 

UNDER 35

Progetto Mu-Mu iniziativa diretta al ricambio generazionale*

*vedi progetto completo al fondo del file

Altre iniziative di formazione professionale rivolte ad artisti, tecnici e figure varie under 35

 

 

PROGETTI TERRITORIALI DI FORMAZIONE

               

Summer Kids

Centro estivo per bambini per le arti interdisciplinari

 

St’Orto Urbano

Progetto di riqualificazione del giardino retrostante San Pietro in Vincoli

 

 

ATTIVITÀ FINALIZZATE ALLA PROMOZIONE TURISTICA

 

ISAO FESTIVAL – alla ricerca della felicità (XXIV edizione)

 

Somewhere Tour & Events

Visite guidate di turismo culturale con performance teatrale

 

 

RAPPORTI CON ENTI/ISTITUZIONI CULTURALI, SCOLASTICHE E UNIVERSITARIE

Il Mutamento Zona Castalia collabora con le seguenti istituzioni:

Fondazione Live Piemonte dal Vivo, Salone Internazionale del Libro di Torino, Fondazione Paideia, MITO SettembreMusica, Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani, Fondazione Teatro Piemonte Europa, Progetto Motore di Ricerca, Centro Studi Sereno Regis, Museo Nazionale del Cinema, Sistema Teatro Torino, Il Circolo di Lettori, Torino Spiritualità, Circoscrizione 7, Circoscrizione 1, Progetto The Gate, DAMS, ARCI.

Il Mutamento Zona Castalia collabora con numerose scuole, tra le quali:

Scuola Materna Gianni Rodari; Scuole primarie Ricardi di Netro, Sclopis, Carducci (Circolo Pacchiotti), Muratori, Fontana; Scuola Secondarie di primo grado Bobbio, Meucci, Dante Alighieri; I.T.I.S. Santorre di Santarosa, Liceo Classico Gioberti, Istituto Superiore Bosso-Monti, Istituto Rosa Luxemburgh, Complesso Scolastico Gozzi-Olivetti, Istituto Casale, Liceo Cottini.

 

 

ATTIVITÀ INDIRIZZATE ALLA FORMAZIONE DEL PUBBLICO

L’associazione dedicherà iniziative alla formazione del pubblico attraverso incontri gratuiti di laboratorio teatrale, lezioni-spettacolo, esercizi propedeutici all’arte teatrale realizzati in differenti sedi scolastiche in Torino, nella Regione Piemonte e nella Regione Veneto, con i progetti Scuolascenaperta, Omphalos: scuola centro delle arti e delle culture, ROSAGUERRA 1915|1946, A Noi Vivi! Paradiso. Saranno attivati percorsi di sensibilizzazione rivolti ai cittadini sulle tematiche di teatro e intercultura, teatro e diversità, coinvolgendo realtà e associazioni che lavorano nell’ambito del sociale, a partire dal mese di gennaio in occasione del giorno della memoria. I bambini e i ragazzi delle scuole saranno coinvolti con le loro famiglie in attività formative presso alcune sedi della Fondazione Torino Musei. Intensa inoltre l’attività di sensibilizzazione e formazione dell’iniziativa Il Luogo Interiore – Del mondo che amo, realizzata presso Associazioni di genitori, scuole, ASL e fondazioni dedicate al Sociale.

Incontri con famiglie, feste teatrali e serate promozionali dell’attività dell’Associazione rivolte ai cittadini saranno realizzate presso la sede dell’Associazionegrazie al sostegno di Fondazioni private quali CRT e Fondazione Paideia. Si realizzeranno inoltre incontri con gli studenti universitari in collaborazione con Università degli Studi di Torino.

In tutte le attività finalizzate alla formazione del pubblico saranno centralile tematiche indirizzate alla sensibilizzazione e al coinvolgimento della popolazione giovanile, dei giovanissimi, nonché delle famiglie del territorio.

 

ATTIVITÀ DI AGGIORNAMENTO E PERFEZIONAMENTO PROFESSIONALE

Ogni anno l’Associazione realizza dei percorsi di Formazione, soprattutto a livello artistico e organizzativo, condotti da alcuni soci artisti, per un totale di circa 50 ore.

Nel 2017 prenderà il via, rivolto a un gruppo di giovanissimi, un nuovo progetto diretto alla formazione in ambito progettuale, organizzativo e gestionale in due fasi: una teorica relativa alla progettazione; una seconda pratica, successiva alla verifica di fattibilità condivisa.

 

 

PROGETTI DI VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E CULTURALE

Nella propria sede dell’ex cimitero di San Pietro in Vincoli, l’Associazione svolge opera per la conservazione e all’utilizzo, in ambito culturale e turistico, dell’edificio storico attraverso un’azione di valorizzazione e riqualificazione del sito stesso e dell’area circostante.

In questi anni tutti gli spazi all’aperto, al chiuso, i sotterranei e il giardino posteriore sono stati impiegati per le attività, che vanno da rappresentazioni di spettacoli a video installazioni, da location per riprese di video e film, a mostre di arte figurativa, a iniziative con i ragazzi delle scuole e visite guidate con presentazione storica del sito dell’ex cimitero di San Pietro in Vincoli.

 

 

ATTIVITÀ NELL’AMBITO DEI PROCESSI DI INTEGRAZIONE CULTURALE E SOCIALE

Anche nel 2017 saranno numerose le attività rivolte all’integrazione culturale e sociale sul territorio interessato dalla nostra azione e più in generale nella Città di Torino. Tra queste Omphhalos: scuola centro delle arti e delle culture, I edizione del laboratorio teatrale per un’educazione interculturale nelle scuole; la VIIedizione diIl luogo interiore, le reciproche diversità: percorsi teatrali tra arte e disabilità, laboratorio teatrale aperto ai ragazzi disabili,in collaborazione con Centro Studi Sereno Regis, con Fondazione Paideia, Fondazione Ariel, Progetto Motorediricerca e Arte Plurale. Prosegue Del Mondo che Amo, dall’omonimo spettacolo, percorso di avvicinamento di giovani e famiglie alla visione degli spettacoli dell’ISAO FESTIVAL.

 

 

ARTICOLAZIONE DEI PREZZI DI INGRESSO AGLI SPETTACOLI

 Tutti gli spettacoli: 10,00 € – Ridotto over 65, residenti Circoscrizione 7, soci, professionali: 8,00 €

Focus del sacro, Matinées: Posto Unico 5,00 €

Secondo l’accordo con la Circoscrizione 7, sostenitrice delle nostre iniziative, gli abitanti del territorio hanno diritto alla riduzione in tutte le sedi di spettacolo, così i partecipanti ai laboratori e alle attività organizzate nel corso dell’anno.

 

CONTATTI

 

www.mutamento.orginfo@mutamento.org  347.2377312 | 011.484944

FB Il Mutamento Zona Castalia e ISAO Festival

 

ISAO FESTIVAL (XXIV edizione) settembre | ottobre 2017

www.isaofestival.it 

Il Mutamento Zona Castalia Associazione di Cultura Globale

 

presenta

 

ROSAGUERRA

19151946: l’eroismo al femminile tra le due guerre

 

con il sostegno di

 

MiBACT

Regione Piemonte

Città di Torino

Circoscrizione 7

Fondazione Live Piemonte dal vivo

 

in collaborazione con

 Centro Studi Sereno Regis | Comunità Ebraica di Torino | Fondazione Paideia   

                        

Il Progetto ROSAGUERRA 1915|1946: L’eroismo al femminile tra le due guerre indaga in chiave artistica, principalmente attraverso il Teatro, la trasformazione del ruolo della donna e la conseguente modificazione sociale nel periodo storico compreso tra la prima guerra mondiale e la prima votazione e suffragio universale in Italia. Rosaguerra è frutto di una lunga ricerca, sempre in atto e costante nel tempo che, coerentemente alle linee progettuali previste per il triennio 2015- 2017, rivolge particolare attenzione alla condizione del mondo dell’infanzia e dell’adolescenza durante il periodo storico indagato, che alcuni ricercatori definiscono anche Guerra dei trent’anni.

Il progetto nasce in un ambito di lavoro produttivo, organizzativo e pedagogico finalizzato a un duplice obiettivo: il primo, la conoscenza del mondo esterno, o meglio, dei mondi e delle differenti realtà storiche e culturali da parte del soggetto; il secondo, l’indagine e la scoperta del proprio mondo interiore da parte dell’individuo. L’incontro tra queste due correnti concorre alla conoscenza di sé e al dialogo con le differenze.

Le prime ricerche partono nel 2011, coadiuvate dalla dott.ssa Sarah Kaminski e dalla Comunità Ebraica di Torino, con la consulenza e la collaborazione di Maria Luisa Milano, Dottoressa di ricerca in Ebraistica e specialista in ambito musicale per la realizzazione di Ciò che non muore: Il Giorno della Memoria. Lo spettacolo indaga il percorso della creazione del ghetto di Terezin, un aspetto unico della deportazione che chiama in causa le profonde lacerazioni nell’infanzia negata di migliaia di bambini, mettendo a confronto le drammatiche esperienze dei deportati adulti con il modo di vivere l’infanzia e l’adolescenza nel medesimo contesto.

Le iniziative afferenti a Ciò che non muore: Il Giorno della Memoria hanno realizzato nel tempo molti spettacoli, incontri, seminari ed eventi collaterali, con la partecipazione di scolaresche, a partire dalle primarie. L’obiettivo è contribuire al recupero della memoria, a partire dal più piccolo, sconosciuto racconto di quella che è stata una tragedia dell’umanità, certi che ai giovani competa il più grande dei doveri: la salvaguardia del passato, la luce sugli eventi trascorsi, il rispetto eterno del dolore e la consapevolezza della storia.

 

LE PRODUZIONI

 

In seguito a Ciò che non muore, a fine 2014 nasce Marta e Olmo, spettacolo che indaga il ruolo degli adolescenti e delle donne durante il primo grande conflitto, ponendo l’accento sulla straordinaria “pagina” delle portatrici carniche, scritta tra l’agosto del 1915 e l’ottobre del 1917, forse unica nella storia dei conflitti armati. Nel 1915, nel corso della grande guerra, nei territori di confine tra Italia e Austria, il cammino del piccolo Olmo, figlio di un’italiana e di un austriaco, incontra quello di Marta, giovane portatrice. Marta conosce la prima linea e, come una novella Antigone, seppellisce i poveri corpi abbandonati, a qualunque schieramento appartengano.

Marta e Olmo narra di due adolescenti che affrontano la paura, la deportazione, la separazione, tutti gli orrori e le mostruosità della guerra che determinerà il loro destino. Testimonianze vere s’inseriscono su una storia fantastica che ha per centro il rifiuto della guerra e l’eroismo al femminile, ignoto ai più.

 Nel 2016 è la volta di Alba dell’orrido di Elva spettacolo che narra la storia della giovane Alba, nata a Elva, tra le montagne della Val Maira. Alba attraversa da adolescente la prima guerra mondiale. Ormai donna lascia le montagne per realizzare il suo sogno di diventare maestra; come dote porta con sé il segreto della guerra partigiana, della quale è partecipante attiva; sopravvissuta a entrambi i conflitti per la prima volta, ormai cinquantenne, sarà chiamata a esprimere il suo voto nel primo suffragio universale italiano.

 Entrambi gli spettacoli sono stati scritti e diretti da Giordano V. Amato mentre tutte e tre le produzioni sono interpretate da Eliana Cantone.

Il Progetto ROSAGUERRA, sebbene incentrato principalmente sul ruolo della donna, intende anche dare voce a percorsi di lavoro e spettacoli che approfondiscono il periodo storico interessato. La Compagnia Mulino ad Arte, con la quale la nostra Associazione collabora, ha prodotto I volti di Hiroshima proponendo un toccante adattamento teatrale del testo di Karl Bruchner, “Il gran sole di Hiroshima” concentrando l’attenzione drammaturgica sullo sfondo di una Hiroshima prossima allo scoppio della bomba atomica e sulla storia di Scigheo e Sadako Sasaki, due bambini che vivono la difficile situazione del loro paese in guerra. Dal 2017 lo spettacolo, che ci appare particolarmente significativo, sarà dunque incluso nelle proposte del Progetto ROSAGUERRA.

Attorno agli eventi teatrali, che sono cuore del progetto, si affiancheranno nel tempo diverse altre iniziative quali film, mostre, seminari e incontri di studio. La conclusione del percorso produttivo è prevista per il novembre 2017.

 ROSAGUERRA indagherà attivamente il periodo storico 1915-1946 attraverso diversi percorsi multidisciplinari rivolti principalmente alle scolaresche, in collaborazione con, Progetto Giovani per Torino, Centro Studi Sereno Regis, Fondazione Paideia, Circolo Pacchiotti, Istituto Bosso – Monti, Istituto Casale- Marchesini, Liceo Gobetti per realizzare:

TEATRO DI GUERRA Programmazione di spettacoli teatrali

LEZIONI SPETTACOLO Il cammino dell’uomo: percorsi di laboratorio nelle scuole primaria, secondaria di I° e di II°

MOSTRE installazioni di arti figurative e video

RASSEGNA CINEMATOGRAFICA nelle scuole

Il programma dettagliato delle attività 2017 del Progetto ROSAGUERRA potrà essere consultato nel sito dell’Associazione a partire dal 20 gennaio.

 ROSAGUERRA è un progetto de Il Mutamento Zona Castalia Associazione di Cultura Globale, ente senza scopo di lucro che opera professionalmente nell’ambito del teatro di ricerca e d’innovazione, del teatro per ragazzi, del teatro sociale e di comunità, con il contributo del MiBACT (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo), della Regione Piemonte, Città di Torino,con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo e Fondazione CRT.

L’Associazione, nata dal 1998, negli ultimi anni si è completamente rinnovata; accanto allo storico fondatore, Giordano V. Amato, si sono inserite nuove figure, tra cui Eliana Cantone, attuale presidente, Tiziana Mitrione, vicepresidente, e numerosi giovani. Nel lungo percorso sono state molteplici le iniziative realizzate, tra queste ricordiamo le ventidue edizioni del Festival “Il sacro attraverso l’ordinario” (ISAO Festival). Questo patrimonio di carattere pedagogico, professionale e imprenditoriale è stato ed è tuttora trasmesso alle nuove generazioni, coerentemente alle linee guida originali che trovano nel percorso individuale verso la conoscenza di sé e nel dialogo tra le diverse culture il proprio centro di gravità.

 

 

Progetto MuMu

saggio come Matusalemme | flessibile come un neonato

per la creazione di un percorso di tutoraggio, affiancamento e ricambio generazionale

Il nome MuMu indica un incontro speciale tra la storica compagnia de Il Mutamento Zona Castalia e la giovane formazione Mulino ad Arte: Mu di Mutamento, Mu di Mulino.

Cos’ha di speciale l’incontro tra due compagnie teatrali professionali? Speciale è l’ambizione di creare un modello innovativo che comprenda la collaborazione artistica, progettuale e programmatica, alla luce di un dialogo generazionale che superi i motivi di conflitto che caratterizzano solitamente il confronto tra esperienze, anche se finalizzate agli stessi obiettivi.

La formula adottata andrà oltre la qualità dei singoli elementi impegnati, producendo un valore aggiunto quale ricchezza reale di MuMu. Parliamo di un’esperienza di oltre trent’anni, di una specifica conoscenza acquisita sul campo che incontra la freschezza, la dinamicità e l’audacia di un progetto giovane.

MuMu: saggio come Matusalemme | flessibile come un neonato.

MuMu è ciò che manca al teatro contemporaneo: l’incontro. In questo caso l’incontro di due realtà solide, appartenenti a generazioni diverse, che trovano, nell’affiancarsi,un ulteriore punto di forza. Entrambe le compagnie ritengono che il “dialogo generazionale” sia l’impegno attualmente necessario per contribuire alla costruzione di un possibile futuro; qualcosa di diverso da un bel concetto da spendere in un progetto, qualcosa che presuppone un impegno serio e costante, una conseguenzialità e coerenza sviluppata attraverso azioni concrete, un ascolto dell’altro scevro da preconcetti.

Il Mutamento Zona Castalia opera prevalentemente nella Città di Torino, della quale è incontestabilmente un pezzo di storia recente; nel corso degli anni ha creato e gestito spazi e progetti, dalla storica Zona Castalia di via Principe Amedeo, all’Associazione Nazionale dei Teatri Invisibili; da 23 anni realizza l’ISAO Festival (Il Sacro attraverso l’ordinario); attualmente è una compagnia riconosciuta dal MiBACT, sostenuta da oltre vent’anni da Regione Piemonte e Città di Torino, nonché dalle fondazioni ex bancarie. Ha sede nell’ex cimitero di San Pietro in Vincoli, monumento storico trasformato in centro di cultura, dato in concessione dalla Città di Torino.

Mulino ad Arte è una giovane formazione teatrale che opera dal 2009, dapprima sul territorio regionale, per poi conquistare l’attenzione e l’apprezzamento di molti teatri italiani. I cardini della sua attività sono la creazione artistica, la formazione (rivolta soprattutto a bambini e ragazzi) e l’organizzazione di eventi, con particolare attenzione alla gestione di cartelloni teatrali.

Nei comuni di Cumiana e di Orbassano è in atto un progetto culturale pluriennale sostenuto dalla Fondazione Live Piemonte dal Vivo.

Entrambe le formazioni distribuiscono le proprie produzioni sul territorio nazionale e internazionale, realizzando oltre cento recite l’anno.

A partire dagli obiettivi raggiunti MuMu intende creare un percorso ulteriore, che comprenda le qualità e gli esiti di entrambe le formazioni, le rafforzi e produca nel tempo un’entità ulteriore, integrata e rinnovata.

 MuMu è attento a una visione del mondo inclusiva, alle tematiche sociali, ambientali, della qualità della vita, temi che sono punto d’incontro e fondamenta del progetto stesso.

 MuMu ha l’ambizione di creare un modello nuovo di operatività e di gestione nel settore teatrale che, evitando lo spettacolo di puro intrattenimento, non trascuri l’aspetto commerciale.

Le tappe di MuMu

 

2017

 Direzione artistica: Il Mutamento Zona Castalia

Gestione economica e amministrativa: Il Mutamento Zona Castalia

Affiancamento di Mulino Ad Arte al progetto artistico de Il Mutamento Zona Castalia A NOI VIVI! Inferno | Purgatorio | Paradiso (anno conclusivo del triennio 2015-2017); il progettoha per centro la crisi economica e le sue conseguenze, le proposte dell’economia civile e una rinnovata visione dell’economia; il tutto alimentato dalle cantiche dantesche.

L’attività prevede principalmente: 2 nuove produzioni (1 per compagnia); tournée di spettacoli nuovi e in repertorio; la realizzazione della XXIV edizione dell’ISAO Festival (settembre-ottobre); la nuova rassegna Live Show in Vincoli di 6 appuntamenti (marzo, aprile) acura di Mulino Ad Arte; il Summer Kids (giugno-luglio) centro estivo per i bambini dai 6 ai 10 anni); laboratori, iniziative varie rivolte ai territori di competenza della compagnie.

È prevista un’attività di formazione permanente in ambito artistico e gestionale/amministrativo.

 

 

Triennio 2018 | 2020

Direzione artistica: Il Mutamento Zona Castalia

Gestione economica e amministrativa: Il Mutamento Zona Castalia con affiancamento figure espresse da Mulino Ad Arte

Il nuovo progetto triennale de Il Mutamento Zona Castalia sarà co-progettato con Mulino Ad Arte.

La realizzazione delle attività, sebbene co-progettate, faranno ancora capo alle singole compagnie;

Affiancamento continuativo nei vari percorsi: artistici, progettuali, gestionali.

 

Triennio 2021 | 2023

Direzione artistica condivisa Il Mutamento Zona Castalia / Mulino Ad Arte

Gestione economica e amministrativa: Il Mutamento Zona Castalia / Mulino Ad Arte

Co-progettazione e co-gestione completa delle attività.

Nel 2023 è prevista la costituzione del nuovo soggetto integrato tra le due compagnie.

 

Triennio 2024 | 2026 e successivi

Direzione artistica: nuovo soggetto integrato

Gestione economica e amministrativa: nuovo soggetto integrato

Dal 2024 progettazione, produzione e amministrazione saranno totalmente gestite dal nuovo soggetto nato dalle due compagnie.

 

Progetto MuMu

Giordano V. Amato
(direttore artistico Il Mutamento Zona Castalia)                                                                                                                       

Daniele Ronco
(direttore artistico Mulino ad Arte)

 

www.mutamento.org –  www.mulinoadarte.com – www.isaofestival.it