Associazione di Cultura Globale

Raccontando gli altri mondi

Torino, marzo – giugno 2010

Spazio Spettacoli San Pietro in Vincoli

via San Pietro in Vincoli 28 – Torino

 

La rassegna di spettacoli RACCONTANDO GLI ALTRI MONDI, dedicata ai bambini e ai ragazzi, è parte integrante delle attività della Residenza Multidisciplinare STORIE DI ALTRI MONDI, iniziativa sostenuta dalla Regione Piemonte, dal Comune di Torino e dalla Circoscrizione 7. La Residenza si configura come progetto territoriale nell’area di Porta Palazzo, con l’obiettivo di realizzare un intervento organico e continuativo nel tempo.

 

La quarta edizione di RACCONTANDO GLI ALTRI MONDI ospita, oltre alle produzioni di residenza, quelle di compagnie che condividono l’esigenza di avvicinare i giovani alla conoscenza di culture e tradizioni differenti dalle nostre e, attraverso questi, ai temi dell’integrazione, della tolleranza, della pacifica convivenza, dell’incontro e dello scambio tra differenti culture, nel rispetto delle singole identità.

A tale scopo saranno proposte anche attività di carattere seminariale. È il caso de “Il cerchio dell’amicizia”, seminario intensivo-esperienziale di Community Building, che si inserisce nella rassegna con precisa coerenza, proponendo un’esperienza dove, attraverso l’ausilio di regole che favoriscano la comunicazione autentica ed efficace, il gruppo potrà sperimentare la “costruzione della comunità”, basata sul riconoscimento e sull’integrazione delle reciproche differenze (età, sesso, razza religione, ecc), l’ascolto, il rispetto, l’empatia. Il “Community Building”, esperienza animata da finalità non è terapeutiche ma educative, si propone infatti di insegnare le regole della comunicazione autentica tra le persone e trasmettere quei principi che favoriscono il sorgere della comunità.

 

RACCONTANDO GLI ALTRI MONDI coinvolgerà i bambini e i ragazzi delle scuole e del territorio della Circoscrizione 7 e della città di Torino, riconoscendo alla scuola un ruolo specifico e privilegiato verso lo sviluppo di quella maturità interculturale che riconosce al pluralismo l’essere risorsa, lavorando affinché le differenze culturali non generino sofferenze tra le parti in causa ma costituiscano, al contrario, scambio e ridefinizione dei propri orizzonti culturali. L’educazione interculturale è un tentativo pratico verso la conoscenza di sé e la comprensione dell’altro, in rapporto con l’altro.

 

 

PROGRAMMA

 

martedì 23 marzo 2010 ore 10.30

PRINCIPESSE SPERDUTE

ScarlattineTre

di e con Giulietta Debernardi e Teresa Momo

 

La lettura è introdotta dall’azione teatrale di una figura mitica per l’immaginario infantile, rappresentativa di ogni archetipo di fiaba:

la Principessa.

Qui è una Principessa Sperduta, una creatura incantata e incantatrice che non riesce a ricordare a quale fiaba appartiene, da dove arriva e come mai sia capitata proprio lì, in questo bosco, accompagnata soltanto dalla luce fioca di un lume.

E in questo bosco simbolico l’attrice-principessa inserisce un momento di interattività coi piccoli spettatori, che vengono interpellati per risolvere il suo mistero.

Nella ricerca la Principessa ritroverà la sua storia.

Una storia e molte storie insieme, così inizia la lettura e la Principessa senza nome si fa corpo e voce della Principessa Manola di Grimaldella, di Bellabarba, di Capricciosa e di molte altre.

I bambini sono per così dire accompagnati dentro al testo del libro, avvinti alla lettura dall’incantamento del gioco del teatro.

 

 

martedì 13 aprile 2010 ore 10.30

INVISIBILE AGLI OCCHI

Coproduzione Il Mutamento Zona Castalia – Kinèma

con Eliana Amato Cantone, Elena Fresh e Matteo Mazzei

drammaturgia e regia di Giordano V. Amato

 

Nello spettacolo il filo conduttore della scoperta rimbalza dall’attrice agli acrobati, attraverso storie surreali ed improbabili, misteriose e comiche, raccontate dalla voce, dai corpi, dalle immagini. Lo spettacolo nasce ad un bivio, dove s’incontrano il Teatro e il Nuovo Circo. Un teatro che coinvolge l’attore – in questo caso attrice – nella sua totalità, un teatro fatto di parole, ma anche di presenza fisica e di emozione. Un circo fatto di maestria e virtuosismo fisico, ma anche di sussurri, di sospensione poetica. Siamo alle soglie della scoperta e vorremmo rimanere sempre al bivio, senza dover scegliere mai, come i bambini non vogliono mai smettere di giocare. Perché quando finiamo di scoprire, quando il possesso su un’idea si fa talmente rigido da essere inamovibile, quando le cose ci appaiono irrimediabilmente determinate, quando finiamo per sempre di essere bambini nel mondo, il mondo, qualunque esso sia, non è più per noi.

 

 

giovedì 21 aprile 2010 ore 10.30

SRULEK ED IL VECCHIO CHASSID

Coproduzione R.M. Storie di altri Mondi – R.M. Sul Lago d’Orta  (NO)

con Franco Acquaviva  ed Eliana Amato Cantone

drammaturgia e regia di Giordano V. Amato

A partire dall’opera di divulgazione svolta dal grande scrittore Martin Buber, lo spettacolo usa lo strumento dell’ironia e del paradosso – che lo rendono particolarmente adatto ai giovani – per tracciare un itinerario tra le profondissime e umoristiche storie della tradizione chassidica. Il Chassidismo è un movimento religioso nato alla fine del XVIII secolo, interno all’ebraismo dell’Est europeo, che ricerca un’esperienza mistica immediata attraverso il canto e la danza. Durante il regime nazista anche i chassidim subirono lo sterminio. Rievocare le loro parole, le loro storie la loro visione della vita e dell’esperienza religiosa (ed estatica), è ancora una volta un modo per sottrarre all’oblio un frammento, piccolo ma necessario, di un patrimonio sapienziale (e di una cultura), che ha subito la violenta recisione della propria radice a opera degli eserciti di conquista nazisti.   

 

Lo spettacolo è semplice e immediato, fruibile da ragazzi  e giovani senza “lezioni preliminari”. Una sorta di “soglia di accesso” alla quale possono seguire oppure no informazioni di carattere storico, sociologico e religioso sulle comunità ebraiche nei paesi dell’Est dell’Europa, dal settecento alla seconda guerra mondiale.

 

 

venerdì 23 aprile 2010 ore 10.30

FABER FEST

Faber Teater (Chivasso)

Residenza Multidisciplinare dal Monferrato al Po

drammaturgia e regia di Aldo Pasquero e Giuseppe Morrone

 

Un giovane e malinconico Poeta si addormenta e lentamente dalla sua mente scaturisce uno strano sogno…un vortice colorato e travolgente in cui inquietanti e folli personaggi lo coinvolgono in situazioni surreali, situazioni che il Poeta da sempre desidera vivere o… ha paura di vivere.

Uno spettacolo teatrale di grande impartto visivo, sonoro ed evocativo, in cui sei attori, cantanti, musici e danzatori ricostruiscono con azioni, canti dal vivo e danze un mondo onirico, una terra di ricordi e di segni ispirata ad un mitico ed immaginario e all’opera e ai quadri di Marc Chagall. 

 

 

venerdì 30 aprile 2010 ore 10.30

TERESA

Residenza Multidisciplinare Storie di altri Mondi

con Eliana Amato Cantone, Elena Fresh e Matteo Mazzei

drammaturgia e regia di Giordano V. Amato

 

TERESA rende con grande forza e con potenza visionaria la saga della famiglia Levi – Jodorowsky. A partire dalla nonna Teresa, attraverso l’intero albero genealogico dell’autore, avanti e indietro nel tempo – dal XV secolo  fino al 1929, anno della sua nascita – e attraverso lo spazio, dalla Russia all’Europa, fino al Cile e all’Argentina, si sviluppa il racconto ora epico, ora onirico, ora poetico. Filo rosso dell’opera è il rapporto con la divinità: chi dialoga con Dio ogni ora, ogni giorno della sua vita, può arrabbiarsi con Lui come ci si arrabbia con un amico. Le storie dei vari personaggi s’intrecciano come se seguissero un percorso di predestinazione, attraverso le vicende tragiche del Cile della prima parte del secolo scorso.

 

 

 venerdì 7 maggio 2010 ore 10.30

FIABE E LEGGENDE IN VIAGGIO CON L’ASINO

 Associazione Viaggi con l’Asino

di e con Claudio Zanotto Contino

 

Geraldina La Sommaire (asinella) e Claudio Zanotto Contino (turututela – contastorie) conducono fin dal  secolo scorso (1997), con singolare ed originale modalità, un progetto di ricerca e salvaguardia intorno al patrimonio di fiabe e leggende della tradizione. L’obiettivo di “Viaggi con l’Asino” è quello di restituire l’aspetto orale al grande patrimonio di fiabe e leggende della tradizione popolare. Un patrimonio culturale, che è stato salvato grazie alla parola scritta, nei libri, ma che ha nella trasmissione orale uno degli elementi peculiari ed essenziali

Viaggi con l’Asino un progetto, fra ambiente naturale e narrazione.

 

 

giovedì 20 e venerdì 21 maggio 2010 ore 21.00

ATTENTI AL GORILLA

Associazione Il Tiglio

regia di Valentina Battistone

 

Un’ iniziativa di Teatro Sociale sul tema della Differenza – più di 30 performers e 10 musicisti raccontano la storia di prede e cacciatori persi nei labirinti dei meccanismi psichici. Il progetto nasce dalla volontà di valorizzare e mostrare la ricchezza delle produzioni teatrali, poetiche, musicali e scenografico-artistiche dei soci delle associazioni di auto mutuo aiuto in psichiatria e promozione sociale “Il Tiglio” e “Laboratorio Urbano Mente Locale” in collaborazione con il gruppo teatrale “La compagnia” e il gruppo musicale “Girindò”.

 

sabato 19 giugno 2010 ore 21.00

A TORINO C’È IL MARE

Briganti di Sherwood

regia di Antonio Lauriola e Andrea Riveda

 

A Torino c’è il mare…Davvero!? Ma è una pazzia! Già… La pazzia.

E se pazzia non fosse altro che una parola utilizzata per definire ciò che non siamo in grado di capire? Ciò che non siamo in grado di vedere? Così, se qualcuno venisse a dirci che a Torino c’è il mare, noi gli daremmo del pazzo.

Ma… Aspettate la fine dello spettacolo…

Scritto da Antonio Lauriola, è uno spettacolo vivace, dal ritmo incalzante, ambientato in un complesso residenziale estivo, all’interno del quale si muove un nugolo di personaggi che definire “sui generis” è sin troppo riduttivo.

Il tono ludico e scanzonato fa da contraltare alle tematiche toccate, sempre di stretta attualità: il lavoro, la diversità, il giudizio fondato sull’apparenza…

 

venerdì 25 giugno 2010 ore 21.00

FEMMINILE SURREALE

Residenza Multidisciplinare del Territorio Pedemontano

di e con Maria Pola Bardelli, Vanessa Giuliani,

Fulvia Roggero, Vincenzo Santagata, Bruno Anselmino

 

Uno spettacolo a tinte noir, per incontrare personaggi femminili conturbanti, sul filo dell’assurdità: un itinerario misterioso attraverso monologhi, frammenti e canzoni per ritrovare un Dino Buzzati visionario, sospeso fra sogno e realtà. Tre donne in scena: il racconto di una donna sposata ad un’amica su come ha ucciso il marito e fatto sparire per sempre il cadavere e intanto le fornisce dettagliate istruzioni per un lavoro a maglia, il cammino declinante di una una “ragazza di vita” mantenuta da un vecchio, ricco amante, i deliri di una cartomante che diventerà vittima del suo stesso incubo.

Nello spettacolo prosa, musica e canzoni si uniscono per delineare ritratti di donne, di femminilità conturbante, di spregiudicatezza derivante dalla disperazione, di solitudine dell’orgoglio. Ritratti di donne vittime di pregiudizio, dell’indifferenza del mondo, della loro stessa ambizione ma senza perdere il filo di una graffiante ironia.

Il Teatro delle Dieci, da sempre attento alla drammaturgia italiana moderna e contemporanea compie in questa messa in scena una rielaborazione testuale, un rimescolamento dei temi buzzatiani per restituirli al pubblico in una veste accattivante e misteriosa.

 

 

ATTIVITA’ SEMINARIALI RIVOLTE AGLI ADULTI E ALLE FAMIGLIE

 

sabato 17 e domenica 18 aprile 2010 dalle ore 10.30 alle 18.00

IL CERCHIO DELLA FIDUCIA

Associazione C.B.I. Community Building Italia

Seminario intensivo-esperienziale di Community Building

 

Attraverso l’ausilio di regole che favoriscono la comunicazione autentica ed efficace, il gruppo sperimenta la “costruzione della comunità”, basata sul riconoscimento e sull’integrazione delle reciproche differenze (età, sesso, razza religione, ecc), l’ascolto, il rispetto, l’empatia. La natura del metodo è essenzialmente educativapoiché intende insegnare le regole della comunicazione autentica tra le persone e trasmettere quei principi che favoriscono il sorgere della comunitàLa finalità non è terapeutica ma educativa e spirituale. Due facilitatori accompagneranno il gruppo nel processo di scoperta dei comportamenti che ostacolano l’incontro con l’altro.

 

Orari sabato: dalle 9 alle 18 – domenica: dalle 9 alle 17      

Quota di partecipazione 120,00 € (comprensiva della tessera associativa anno 2010)

Informazioni e iscrizioni 011.484944 – info@mutamento.org

 

Sono previste riduzioni per coloro che ne abbiano effettiva necessità ed agevolazioni per le coppie.

 

INGRESSI SPETTACOLI

Matinées: 5,00 € intero – 3,50 € ridotti

Serali: 7,00 € intero – 5,00 € ridotti

 

Residenza Multidisciplinare STORIE DI ALTRI MONDI

Direzione artistica Eliana Cantone

Amministrazione e organizzazione Tiziana Mitrione

Promozione e ufficio stampa Desirèe Piromalli

Via San Pietro in Vincoli, 28 – 10152 Torino

Tel/fax ++ 39(0)11 48.49.44 – info@mutamento.org  – www.mutamento.org