Associazione di Cultura Globale

2014

tempo

IL MUTAMENTO ZONA CASTALIA Associazione di Cultura Globale
Residenza Multidisciplinare STORIE DI ALTRI MONDI

 in collaborazione con

 Salone Internazionale del Libro di Torino Off 2014
Circoscrizione 7

 presentano

 

IL TEMPO DEL TEMPO CHE SI PUÒ FERMARE

V edizione

 

Torino, 8-9-10 maggio 2014
 San Pietro in Vincoli Zona Teatro
via San Pietro in Vincoli 28 – Torino

 

Iniziativa promossa da Associazione Il Tiglio Onlus, in collaborazione con:

Coop. Sociale l’Arcobaleno, Ass. Laboratorio Urbano Mente Locale, Il Circolo dei Poeti Nascosti Coop. Sociale CLGEnsemble, Coop. Sociale Piergiorgio Frassati

 

Dopo “Il Bau del Buio”, proposto nel 2012, e “Il Uao della Luce”, realizzato nel 2013, eventi a cura di associazioni e cooperative attive in ambito sociale coordinate dall’Associazione il Tiglio in collaborazione con la Coop. Sociale Arcobaleno e Il Mutamento Zona Castalia, presentano a San Pietro in Vincoli Zona Teatro “Il Granché”, iniziativa “artistico-culturale tra/per esseri senzienti e non” che nelle due giornate dell’8 e 9 maggio 2014 propone un nuovo momento attivo di incontro con spettacoli di teatro sociale e di comunità, concerti, mostre e dibattiti.

Il titolo è esplicativo. “Granché” è un avverbio che significa letteralmente “cosa di grande importanza” e viene utilizzato solo in forma di negazione, in frasi del tipo “questa torta non è un granché, oppure lo spettacolo non era un granché”.

La kermesse è un invito a rimuovere i luoghi comuni, a non farsi contaminare dalla superficialità delle cose e a dare finalmente un senso positivo al granché realizzandolo, dunque far emergere un “granché” che abbia importanza, dargli consistenza, forma e sostanza.

Questo perché crediamo che le realtà del sociale, abituate a lavorare nel silenzio, sono spesso depositarie di creazioni di una bellezza e di una forza incomparabili. È dunque vitale creare la

possibilità, anche se solo per un tempo determinato, magari “Il tempo del tempo che si può fermare” di incontrarsi e scambiarsi esperienze e creazioni, che possano mostrare tale ricchezza umana a tutto il mondo.

 

Il Granché ha l’obiettivo di portare alla luce l’enorme forza creativa molte volte celata che nasce da situazioni di disagio sociale e individuale.

Il Granché vuole fare inclusione ed essere una rassegna culturale e artistica senza rassegnarsi a un panorama di solitudine (una solitudine sociale, istituzionale), cercando di non emarginare o disintegrare nessuno.

Il Granché ha l’obiettivo di coagulare diverse realtà e persone che convivono e creano in situazioni di disagio sociale (comunità, centri diurni, centri di salute mentale) e di valorizzare la ricchezza delle creazioni artistiche ed espressive prodotte in contesti protetti ma anche, troppo spesso, invisibili.

L’evento sarà aperto a tutti ma con una particolare attenzione ci si rivolgerà a tutte quelle realtà che provengono o convivono con situazioni di disagio:

–   centri di attività diurna

–   compagnie teatrali integrate

–   associazioni culturali, di auto-mutuo aiuto e di promozione sociale

–   cooperative sociali

–   artisti incompresi

 

 

9 e 10 maggio

MAMMA SCHIAVONA – anteprima

ingresso a 5 euro l’intero e a 3 il ridotto

“Mamma Schiavona” è una riflessione tra musica, canto e poesia dedicata al divismo e alla santità, scritta e diretta da Giordano V. Amato e interpretata da un tris di artisti quali Eliana Cantone (attrice), Ernesto Tomasini (controtenore) e Julia Kent (ideatrice ed esecutrice delle musiche dal vivo).

 

 

PROGRAMMA

 

Giovedì 8 maggio |

 

ore 14.00

Il canto della balena

spettacolo teatrale

Compagnia teatrale Contro/Verso

Coop. P.G. Frassati in collaborazione con Ass. Officine Duende

 

Ore 15.00

Hai una poesia? Liberala!

Declamazione di Poesie

Il Circolo Poetico Urbano Orfeo

 

Rap

Performances canora

Comunità terapeutica Il Porto

 

Ore 16.00

Come scegliamo le foto da esporre

Laboratorio di fotografia del Bandolo

Associazione Insieme

 

Ore 17.00

40 anni di Fogli d’Informazione – rivista diretta dal 1972 da Agostino Pirella e Paolo Tranchina.

Una presentazione critica di documentazione e di proposte nel campo della psicologia, della psichiatria e della psicoterapia.

Associazione Psichiatria Democratica

Presentano: Luciano Sorrentino, psichiatra di Psichiatria Democratica; Ezio Cristina, psichiatra basagliano. Interviene: Paolo Tranchina, psicologo analista junghiano

 

Ore 19.00

Rinfresco

 

Ore 19.15

Un Granché…dipende da me

Performance di Danza Terapia

Coop. Sociale Zenith, Associazione SET Danza di Genova, La Bottega dei Mestieri di Elena D’Oria e il supporto di Cascina RoccaFranca

 

Ore 19.45

Il Gatto Randagio

Spettacolo teatrale

(tratto dalla Saga gli Aberranti)

di Luca Atzori

con Luca Atzori e Lucaz Mozinsky

Torino Mad Pride

 

Ore 20.30

Eclissi

Spettacolo teatrale

Interpreti Elisa Macario Ban, Luca Bianco

Drammaturgia di Luca Lusso, Elisa Marcario Ban
Regia di Luca Lusso, Genny Perria

 

Ore 21.15

I still have a dream

Proiezione del cortometraggio

Teatro Reginald-Centrod dramaterapia

AUI (Asociación Universitaria Interamericana, Caracas)

 

Ore 21.50

Guardati allo specchio

Performance musicale

Coro Insuperabili e le sorelle diverse , Coop. San Donato

 

Ore 22.50
Kamud Ahel – La preghiera degli angeli

Performance

Musiche di Ishi Gah Ahel

Torino Mad Pride, a cura di Simone Sandretti

 

 

Venerdì 9 maggio |

 

Ore 14.00

Che cosa è successo interrogando l’inconscio? Usi e abusi del dialogo interiore e dell’introspezione.

Performance teatrale

Breve dissertazione sui dispositivi introspettivi moderni e non

di e con Marco Bono, attore sciamanico situazionista

 

Ore 14.30

Il Dottor Danubio

Spettacolo teatrale (tratto dalla Saga gli Aberranti)

di Luca Atzori

con Luca Atzori e Lucaz Mozinsky

Torino Mad Pride

 

Ore 15.00

Come scegliamo le foto da esporre

Laboratorio di fotografia del Bandolo, Associazione Insieme

 

Ore 15.00

Smash Hall

Performance musicale, Coop. L’Arcobaleno

 

Ore 16.00

Presentazione ed analisi delle fotografie scattate durante il laboratorio dell’ 8 e 9 maggio

Laboratorio di fotografia del Bandolo , Associazione Insieme

 

Ore 17.00

N’euro (psyco/rock)

Database Blues Explosion (blues/rock)

Performances musicali , Associazione Arcobaleno

 

Ore 18.00

Performance di danze popolari

Associazione Baldanze, Progetto Motore di Ricerca

 

Ore 19.00

Rinfresco

 

Ore 19.30
Segni d’amore

Performance di teatro rituale

Poetica Monica Specchia, Andrea Pravato, Marta Ardesi, Cristina Hordoan, Morena Procopio, Luca Cavazzana

Performers Elisa Macario Ban, Luca Bianco, Elena Comandè, Greta D’Angelo, Salvatore Militello, Irene Terga, Luca Lia, Paolo Dicosta, Salvatore Grandinelli, Mattia Lusso, Tonino Martinico, Giuseppe Pipoli, Giada Fibiero, Monica Albanelli, Alessandro Greggio, Simone Lucà

Musiche e canzoni Chiara Piscopia

Conduzione Poetica Luca Lusso, Serena Cossotto, Marco Bono

Interventi artistici a cura di Zaira Medda

Segni d’amore è un indagine sull’ amore, sulle sue molte facce e su come esso può manifestarsi. Segni d’amore rimane una domanda aperta su come è possibile manifestare amore, su come è possibile trasmetterlo agli altri, su come è possibile agire impregnati da questo sentimento.

Segni d’Amore è anche un grido disperato contro ogni forma di violenza perpetrata agli altri e a se stessi.

Viene richiesto al pubblico di prendere parte all’azione che si fonde in un tutt’uno con gli attori.

L’osservatore e l’osservato scompaiono per essere altro e per prendere parte ad un’azione che diventa rito.

 

Compagnia teatrale integrata I Sognattori, Associazione Il Tiglio Onlus, Coop. L’Arcobaleno

 

ore 20.30

Mamma Schiavona | Il Mutamento Zona Castalia

(anteprima)

Progetto e ideazione di Giordano V. Amato e Eliana Cantone

Drammaturgia e regia Giordano V. Amato

Con Eliana Cantone e Ernesto Tomasini

Musiche dal vivo di Julia Kent (violoncello, live electronics)

Costumi Born In Berlin

Produzione Il Mutamento Zona Castalia

con il sostegno Circoscrizione 7, Sistema Teatro Torino, Salone Internazionale del Libro Torino Off

 

Quando il divismo si confonde con la santità? Quando i santi diventano “divi” o “dive”?

L’ascetismo è una via possibile verso il successo di massa?

Lo spettacolo non offre risposte ma, attraverso immagini e poesia, propone molte altre domande e visioni su di un mondo che tutti sembrano desiderare ma che quasi nessuno sembra in grado di sostenere a lungo o di incarnare con equilibrio.

Accompagnati dal violoncello della newyorkese Julia Kent, i virtuosismi polifonici e linguistici di Eliana Cantone incontrano il canto contro tenorile di Ernesto Tomasini, interprete versatile ed eclettico, caratterizzando un’opera dalla forte componente musicale.

 

Sabato 10 maggio |

ore 20.30

Mamma Schiavona | Il Mutamento Zona Castalia

(anteprima)

replica

 

INGRESSI Posto unico 3,00 €
IL MUTAMENTO ZONA CASTALIA
Direzione artistica Giordano V. Amato
Direzione artistica Residenza Multidisciplinare STORIE DI ALTRI MONDI Eliana Cantone
Segreteria, amministrazione e organizzazione Tiziana Mitrione (info@mutamento.org)
Ufficio stampa Chiara Piscopia
Direzione tecnica Federico Merula
Sede legale e uffici: via San Pietro in Vincoli 28 – 10152 Torino
Tel. 011.48.49.44 – cell. 347.237.73.12 – fax 011.0374825
info@mutamento.orgwww.mutamento.org